Tenuta Grasso

Chiesa Madonna delle Grazie

chiesasdellegrazieLa basilica di Maria Santissima delle Grazie è una chiesa monumentale ottocentesca di Benevento, alla quale è annesso un convento francescano, che è stato ricostruito dopo la seconda guerra mondiale.

 

 

La Madonna delle Grazie è venerata quale patrona della città e regina dell’intero Sannio ed è festeggiata il 2 luglio.

La chiesa si trova in fondo ad un largo viale dedicato a san Lorenzo, all’inizio del quale è stata posta una scultura tardo-egiziana raffigurante il Bue Apis. Sulla sinistra del tempio si trova una colonna marmorea in onore della Vergine voluta nel 1630 dal governatore pontificio Arcasio Riccio.

Il tempio è di ispirazione neoclassica, con pianta a croce greca. Davanti alla facciata vi è un pronao esastilo, architravato e sormontato dalle statue dei Santi protettori della città: san Bartolomeo, san Gennaro, san Barbato, san Francesco, sant’Antonio e san Rocco.

All’interno, sull’Altare maggiore, è posta una statua lignea della Madonna con il Bambino, di gusto michelangiolesco, attribuita con tutta probabilità a Giovanni Meriliano da Nola (1476 -1533).

Ai piedi dell’Altare di San Francesco, nel braccio sinistro della croce, su una colonna e un capitello antichi, è posta la lampada votiva dei Comuni sanniti ed irpini, riuniti nella Provincia monastica francescana sannito-irpina, che ha sede nell’annesso convento.

Notevoli sono anche i vigorosi rilievi in bronzo della Via Crucis e l’Acquasantiere dello scultore contemporaneo Andrea Martini. Nella sacrestia è un’Assunzione di Giuseppe Castellano.